ANTICA DISCOGRAFIA DEL CORSO: Sevish – Unreality

In un mio vecchio articolo parlavo di come la musica – ed in particolare la tecnologia musicale – avesse beneficiato del passaggio al sistema temperato, ovvero un modo di accordare gli strumenti secondo un compromesso che permetta ad ogni strumento non ad intonazione libera, la trasposizione uniforme di ogni intervallo nel panorama cromatico.

Il sistema temperato è di fatto una convenzione che ci permette di suonare insieme senza particolari difficoltà, ma al contempo impoverisce parte delle possibilità timbriche, melodiche ed armoniche degli strumenti.

Da questa consapevolezza nascono diversi filoni, ed uno di questi è quello della musica microtonale, che adopera un sistema con suddivisioni maggiori rispetto alle dodici cromatiche, o talvolta suddivide la scala in sistemi equifonici [quindi equidistanti l’uno dall’altro] sovrabbondanti [quindi maggiori di dodici]che permettono di esplorare sonorità nuove.

Sevish è uno di quelli che ha intrapreso questa strada declinandola in un mondo decisamente accattivante e nuovo.

Il brano di questa settimana è Unreality, tratto dal disco Horixens.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *